Il Realismo nella Finzione

English: la lingua franca non proprio facile...

Grammatica

    1. Definizione

      Un sostantivo singolare identifica una persona o una cosa.

      Un sostantivo plurale identifica più persone o più cose.

      Formazione del plurale

      I sostantivi plurali normalmente si formano aggiungendo il suffisso -s alla forma singolare. Per esempio: flower > flowers, train > trains, week > weeks.

      I sostantivi singolari che terminano in -s / -sh / -ch / -x formano il plurale aggiungendo il suffisso -es. Per esempio: bus > buses, dish > dishes, church > churches, box > boxes.

      I sostantivi singolari che terminano con una consonante seguita dalla -o formano il plurale aggiungendo il suffisso -es. Per esempio: potato > potatoes.

      I sostantivi singolari che terminano con una consonante seguita dalla -y nel formare il plurale perdono quest'ultima e aggiungono il suffisso -ies. Per esempio: baby > babies.

      I sostantivi singolari che terminano con una vocale seguita dalla -y formano il plurale aggiungendo solo il suffisso -s come da regola generale. Per esempio: monkey > monkeys.

      Alcuni sostantivi singolari che terminano in -f / -fe nel formare il plurale perdono queste ultime e aggiungono il suffisso -ves. Per esempio: shelf > shelves, knife > knives.

      La maggior parte dei sostantivi che terminano in -f formano il plurale aggiungendo solo il suffisso -s come da regola generale. Per esempio: roof > roofs.

      Nel dubbio è sempre consigliato consultare un buon vocabolario.

      Oggetti composti da due parti

      Qualche volta si utilizza un sostantivo plurale per un oggetto che è composto da due parti. Per esempio: trousers, jeans, tights, shorts, pants, pyjamas, glasses, binoculars, scissors.

      • My trousers are too long. (non my trousers is)

      In alternativa si può usare a pair of seguito da questi sostantivi che corrisponde all'espressione italiana un paio di.

      • Those are nice jeans. o That's a nice pair of jeans.
      • I need some new glasses. o I need a new pair of glasses.

      Plurali irregolari

      Alcuni sostantivi possiedono una forma distinta per il singolare e il plurale. Per esempio: man > men, woman > women, child > children, foot > feet, tooth > teeth, mouse > mice, person > people.

      • He's a nice person. ma They are nice people. (non nice persons)
      • Many people don't have enough to eat. (non Mnay people doesn't)

      Alcuni sostantivi, invece, possiedono la stessa forma sia al singolare che al plurale. Per esempio: sheep > sheep, fish > fish.

      Nel dubbio è sempre consigliato consultare un buon vocabolario.

      Finti e strani plurali

      Alcuni sostantivi terminano in -ics o -s ma di solito non sono plurali. Per esempio: athletics, economics, electronics, gymnastics, maths (= mathematics), physics, politics, news.

      • Gymnastics is my favourite sport. (non Gymnastics are)
      • What time is the news on TV? (non are the news)

      Alcuni sostantivi che terminano in -s possono essere sia singolari che plurali. Per esempio: means, series, species.

      Nel dubbio è sempre consigliato consultare un buon vocabolario.

      Sostantivi collettivi

      Alcuni sostantivi singolari rappresentano gruppi di individui ai quali pensiamo spesso come a una moltitudine di persone (= they) e non come a una singola entità (= it). Per esempio: audience, committee, company, family, firm, government, staff, team.

      Per questo motivo vengono frequentemente utilizzati come se fossero plurali.

      • The government (= they) have decided to increase taxes.
      • The staff at the company (= they) are not happy with their working conditions.

      Lo stesso principio si applica alle squadre sportive o alle aziende.

      • Italy are playing Brazil next Sunday (in a football match).
      • Shell have increased the price of petrol.

      Rimane tuttavia possibile l'uso al singolare quando l'attenzione viene posta sulla struttura nel suo insieme.

      • The government (= it) wants to increase taxes.
      • Shell has increased the price of petrol.

      Da notare che police è sempre plurale mentre per i singoli membri si utilizza police officer / policeman / policewoman.

      Misurazioni

      Una somma di denaro, un periodo di tempo, una distanza, ecc., pur esprimendo un concetto di pluralità, vengono visti come se fossero una cosa sola e quindi vengono trattati come se fossero dei sostantivi singolari.

      • Fifty thousand pounds (= it) was stolen in the robbery. (non were stolen)
      • Three years (= it) is a long time to be without a job. (non Three years are)
      • Two miles isn't very far to walk.
    2. Sostantivi numerabili

      Un sostantivo numerabile ha le seguenti caratteristiche:

      • Si può conteggiare usando i numeri cardinali (one / two / three ecc.).
      • Può essere singolare (banana) o plurale (bananas).
      • Se è singolare può essere preceduto dall'articolo indeterminativo a / an. Per esempio: a car / a student / an umbrella ecc.
      • Se è singolare deve avere un determinativo tipo a / the / my ecc. ma se è plurale può stare da solo.
      • Se è plurale si può usare con some e any.
      • Se è plurale si può usare con many e few.

      In funzione di complemento al soggetto il sostantivo singolare viene preceduto dall'articolo indeterminativo a / an per definire il tipo di persona o di cosa di cui si sta parlando mentre il sostantivo plurale viene usato da solo e in italiano può essere necessario a volte farlo precedere dall'articolo partitivo (dei / degli / delle).

      • A dog is an animal.
      • Dogs are animals.
      • I'm an optimist.
      • We are optimists.
      • Tom's father is a doctor.
      • Most of my friends are students.
      • Are you a good driver?
      • Are they good students?
      • Jane is a really nice person.
      • Jane's parents are really nice people.
      • What a lovely dress!
      • What awful shoes!

      Lo stesso principio si applica alle parti del corpo di una persona.

      • Jack has a long nose. (non the long nose)
      • Jack has blue eyes. (non the blue eyes)

      Si usa l'articolo indeterminativo a / an anche per dire qual è il lavoro di una persona.

      • Sandra is a nurse. (non Sandra is nurse)
      • Would you like to be an English teacher?

      Con un sostantivo plurale si può utilizzare some al posto di a number of / a few of / a pair of per indicare una quantità indefinita.

      • I've seen some good movies recently. (non I've seen good movies)
      • Some friends of mine are coming to stay at the weekend.
      • I need some new sunglasses. (= a new pair of sunglasses)

      Non si usa some se si sta parlando delle cose in modo generico.

      • I love bananas. (non some bananas)
      • My aunt is a writer. She writes books. (non some books)

      Se un sostantivo plurale rappresenta qualcosa di indeterminato si può utilizzare some per indicarne una parte rispetto alla totalità considerata. In italiano si può farlo precedere dall'articolo partitivo (dei / degli / delle), da un aggettivo indefinito o essere lasciato solo.

      • Some children learn very quickly. (but not all children)
      • Tomorrow there will be rain in some places, but most of the country will be dry.

      Sostantivi non numerabili

      Un sostantivo non numerabile ha le seguenti caratteristiche:

      • Non si può conteggiare usando i numeri cardinali (non si può dire one / two / three ecc.).
      • Ha una sola forma (rice).
      • Normalmente non può essere preceduto dall'articolo indeterminativo a / an ma si può rendere singolare usando l'espressione di misurazione generica a piece of o espressioni di misurazione più specifiche. Per esempio: a bottle of water / a bowl of rice / a carton of milk / a cup of coffee / a bar of chocolate / a game of tennis / a packet of rice / a grain of rice ecc.
      • Può stare da solo (cioè senza un determinativo tipo the / my / some ecc.).
      • Si può usare con some e any.
      • Si può usare con much e little.

      Si deve prestare particolare attenzione nel verificare se un sostantivo è non numerabile perché spesso in italiano non lo è. Per esempio: accommodation, advice, baggage, behaviour, bread, chaos, damage, furniture, information, luck, luggage, news, permission, progress, scenery, traffic, weather, work.

      Per la stessa area semantica può esistere un sostantivo numerabile di significato più specifico e un sostantivo non numerabile di significato più generico. Per esempio: a job > work, a view > scenery, a day > weather, suitcase > luggage, chairs > furniture, a suggestion > advice.

      Nel dubbio è sempre consigliato consultare un buon vocabolario.

      Sostantivi non numerabili usati in modo numerale

      A volte un sostantivo viene usato in modo non numerabile quando si parla della sostanza o del concetto nella sua interezza e in modo numerabile quando si intendono le unità o le varie tipologie. Per esempio: cake, chicken, fear, noise, toothpaste, difficulty, coffee.

      • Brazil is a major producer of coffee.
      • Two coffees and an orange juice, please.
      • Most toothpastes contain colourings.
      • Don't forget to buy some toothpaste.
      • The chickens have escaped.
      • I don't eat chicken.
      • I have a fear of spiders.
      • He was trembling with fear.

      Sostantivi identici ma con significato diverso

      Certi sostantivi solitamente hanno un significato differente se vengono utilizzati in modo numerabile rispetto a quando vengono usati in modo non numerabile. Per esempio: paper, hair, room, work.

      • I bought a paper to read. (= a newspaper)
      • I need some paper to write on. (= material for writing on)
      • There's a hair in my soup! (= one single hair)
      • You've got very long hair. (non hairs)
      • You can stay with us. There's a spare room. (= a room in a house)
      • You can't sit here. There isn't room. (= space)
    3. Formazione dei sostantivi composti

      Due sostantivi possono essere combinati assieme al fine di rappresentare una cosa, una persona, un'idea, ecc. Per esempio: a tennis ball, income tax, the city centre.

      Il primo sostantivo funge da aggettivo e indica che tipo di cosa, persona, idea, ecc. è rappresentata dal secondo sostantivo.

      • a tennis ball = a ball used to play tennis
      • a bus driver = the driver of a bus
      • a road accident = an accident that happens on the road
      • income tax = tax that you pay on your income
      • the city centre = the centre of the city
      • a Paris hotel = a hotel in Paris
      • my life story = the story of my life

      Nei seguenti sostantivi composti television funge da aggettivo e i sostantivi principali rappresentano tutti cose o persone differenti che hanno a che fare con essa:

      • a television camera
      • a television programme
      • a television studio
      • a television producer

      Nei seguenti sostantivi composti problems funge da sostantivo principale e gli aggettivi ne rappresentano i vari tipi:

      • language problems
      • marriage problems
      • health problems
      • work problems

      E' fondamentale tenere presente che il secondo sostantivo rappresenta la cosa o la persona di cui si sta parlando mentre il primo ne definisce il tipo:

      • garden vegetables (= vegetables that are grown in a garden)
      • a vegetable garden (= a garden where vegetables are grown)

      Quando il primo sostantivo termina in -ing esso comunica a cosa serve ciò di cui stiamo parlando:

      • a frying pan (= a pan for frying)
      • drinking water (= water for drinking)

      Sostantivi composti da tre o più elementi

      Si possono unire assieme anche più di due sostantivi ma la logica di base rimane la stessa. Se abbiamo tre sostantivi, il terzo partendo da sinistra rappresenta l'entità di cui si sta parlando, il secondo ne identifica la tipologia ma al tempo stesso rappresenta la categoria di cui il primo ne specifica il genere. Cerchiamo di chiarire con degli esempi:

      • I waited at the hotel reception desk. (= desk è la cosa di cui stiamo parlando, reception ne rappresenta il tipo e a sua volta viene identificato meglio da hotel.)

        Quindi stiamo parlando di una scrivania dove vengono ricevuti i clienti (e non, per esempio, dove si fanno i compiti) di un albergo (e non, per esempio, di un ospedale).

      • We watched the World Swimming Championships on television. (= Championships è la cosa di cui stiamo parlando, Swimming ne rappresenta il tipo e a sua volta viene identificato meglio da World.)

        Quindi stiamo parlando dei campionati di nuoto (e non, per esempio, di atletica) del mondo (e non, per esempio, d'Europa).

      • If you want to play table tennis (= a game), you need a table tennis table (= a table).

        Qui si sta dicendo che se si vuol giocare a tennis da tavolo (e non di altro tipo) serve un tavolo per il tennis da tavolo.

      Non esistono regole precise per scrivere i sostantivi composti. Alcuni si presentano come vocabolo unico, altri come parole singole o unite con un trattino.

      Contenitori e contenuto

      Si deve prestare attenzione alla differenza di significato quando si parla dei contenitori e del loro contenuto. Negli esempi seguenti il sostantivo composto identifica a quale contenuto è destinato il contenitore ma non è detto che all'interno vi sia qualcosa.

      • a sugar bowl (maybe empty) and a bowl of sugar (= a bowl with sugar in it)
      • a shopping bag (maybe empty) and a bag of shopping (= a bag full of shopping)

      Espressioni di misurazione

      Si è detto che il primo sostantivo si comporta come un aggettivo. Normalmente è singolare ma il significato spesso è plurale. Con questo principio si possono utilizzare le espressioni di misurazione in funzione aggettivante a differenza di ciò che succede in italiano dove invece si utilizzano dei complementi.

      • a three-hour journey (= a journey that takes three hours
    1. This

      Viene utilizzato quando la cosa o la persona di cui si sta parlando è collocata in posizione di vicinanza nel tempo, nello spazio o nel discorso rispetto a chi parla.

      Accompagna i sostantivi singolari e quelli non numerabili.

      Corrisponde all'aggettivo dimostrativo italiano questo/a.

      These

      Viene utilizzato quando le cose o le persone di cui si sta parlando sono collocate in posizione di vicinanza nel tempo, nello spazio o nel discorso rispetto a chi parla.

      Accompagna i sostantivi plurali.

      Corrisponde all'aggettivo dimostrativo italiano questi/e.

      Viene usato anche come pronome in sostituzione del sostantivo plurale a cui si riferisce. Può essere seguito da ones.

      That

      Viene utilizzato quando la cosa o la persona di cui si sta parlando è collocata in posizione di lontananza nel tempo, nello spazio o nel discorso rispetto a chi parla indipendentemente da come essa si presenta rispetto a chi ascolta.

      Accompagna i sostantivi singolari e quelli non numerabili.

      Corrisponde all'aggettivo dimostrativo italiano quello/a e il poco utilizzato codesto/a che indica vicinanza rispetto a chi ascolta.

      Those

      Viene utilizzato quando le cose o le persone di cui si sta parlando sono collocate in posizione di lontananza nel tempo, nello spazio o nel discorso rispetto a chi parla indipendentemente da come esse si presentano rispetto a chi ascolta.

      Accompagna i sostantivi plurali.

      Corrisponde all'aggettivo dimostrativo italiano quelli/e e il poco utilizzato codesti/e che indica vicinanza rispetto a chi ascolta.

      Viene usato anche come pronome in sostituzione del sostantivo plurale a cui si riferisce. Può essere seguito da ones.

Appendici grammaticali

    Glossario grammaticale

      Vocabolario

        Collocations

          Phrasal verbs

            Idioms

              Bibliografia

              • Raymond Murphy, English Grammar in Use Fourth edition with answers and CD-ROM, Cambridge, Cambridge University Press, 2012
              • Id., Essential Grammar in Use Fourth edition with answers, Cambridge, Cambridge University Press, 2015
              • Martin Hewings, Advanced Grammar in Use Third edition with answers, Cambridge, Cambridge University Press, 2013